Come gioca la Juve di Allegri, la metamorfosi

max

3-5-2 o 4-3-1-2? Perché la Juventus di Massimiliano Allegri sembra molto simile a quella di Antonio Conte, ma in realtà è profondamente diversa? In questo post cerco di puntualizzare alcuni aspetti della squadra bianconera.

Prima una premessa. Apprezzo la capacità di Allegri di influire su una squadra sin dal suo scudetto vinto con il Milan, quando (era il 26 aprile 2011) evidenziavo i meriti tattici del tecnico toscano [Read more…]


Lo scouting nel calcio: modulo, tattica e strategia

trapsacchi

In questo post voglio puntualizzare tre aspetti dell’organizzazione di una squadra molto importanti nello scouting, ovvero nel lavoro dell’osservatore di calcio: modulo, tattica e strategia. Tre aspetti che spesso vengono confusi o usati a sproposito e che invece rappresentano ambiti distinti di un insieme.

Cos’è il modulo di una squadra? Cosa è la tattica? Cosa è infine la strategia? Ad un primo pensiero probabilmente penserai che si tratti di sinonimi. Del resto così vengono trattati nei salotti televisivi e nelle chiacchiere da bar.

La mia non vuole essere chiaramente una dotta disquisizione da cattedra, [Read more…]


Calcio, giornalismo e big data. I lettori non sono interessati?

img-arrigo-sacchi-tactiquement-les-anglais-sont-encore-tres-en-retard-1367264051_y500_articles-alt-169084

Per anni mi sono sentito dire che le statistiche e le analisi troppo complesse, i big data applicati al calcio, ai lettori non interessano. Che il giornalismo è altro e i giornali sportivi fanno meglio ad occuparsi di altro.

Non ne sono mai stato convinto, adeguandomi: senza smettere di coltivare una passione.

Se mi segui forse concordi con me [Read more…]


Champions league, semifinali. La guida essenziale [infografica]

download

Barcelona – Bayern Monaco; Juventus – Real Madrid. Tutte le statistiche, i record, le date e il programma da conoscere per seguire le semifinali di Champions League in due infografiche. Ecco perché l’edizione 2015 è quella con il livello più alto di sempre.

Il programma:  [Read more…]


Calcio Match Analysis, corso Digitalsoccer Panini Digital

manevent

Juventus, Milan e Inter sono tre società che da anni si avvalgono dei servizi Panini Digital e che interverranno al primo corso Digitalsoccer per match analysis e video editing attraverso i loro esperti inseriti negli staff di Massimiliano Allegri, Filippo Inzaghi e Roberto Mancini.

Riccardo Scirea (Juventus), Andrea Maldera (Milan) e Michele Salzarulo (Internazionale). saranno infatti presenti all’evento Digitalsoccer Panini Digital  [Read more…]


Football beauty and scores #footballquotes

Football isn’t figure skating. There are no points for style

(Reiner Calmund, Bayer Leverkusen)


Football stats are questions, not answers #footballquotes

There is no secret recipe for succes locked in the numbers. There is no winning formula. There is no right answer to football. But there is a way of making sure we are asking the right questions

(The Numbers Game, p.28)


Clasico al Barcellona: la meno blaugrana delle vittorie blaugrana #ligaBBVA #BarcelonaReal

434033_heroa

Al Camp Nou è andata in scena ieri sera la meno blaugrana delle vittorie del Barcellona negli ultimi anni. Si è dovuto aspettare fino al 2-1 segnato da Suarez per vedere l’attacco ficcante ed imprevedibile della squadra di Luis Enrique che fino a quel punto aveva colpito quasi esclusivamente su calcio piazzato rischiando anche seriamente lo svantaggio.  [Read more…]


Juventus, la vittoria della tranquillità #serieA #finoallafine #JuveGenoa #digitalsoccer

La Juventus ha ottenuto con il Genoa la classica “vittoria di fine stagione” giocando al piccolo trotto, chiudendo il conto con un assolo del suo attaccante migliore, permettendosi il lusso di sbagliare un rigore e concedendo complessivamente un solo tiro nello specchio all’avversario. Vittoria di una superiorità che i bianconeri quest’anno manifestano anche senza i ritmi forsennati di un anno fa e soprattutto prescindendo dai moduli: Allegri ha riproposto il 3-5-2 che ormai definire “contiano” sarebbe totalmente miope e comunque assolutamente errato visto che il modulo è solo nominalmente ereditato dal passato.

allegrimpressed

Finalizzazioni: precisione senza foga. E’ una Juve che bada alla qualità più che alla quantità. Sapendo di averne, di qualità. Questo significa 40% di tiri in porta sui tiri totali nella partita contro il Genoa a fronte di un 33% medio realizzato quest’anno ed il 37% dello scorso anno. Il tutto, però, arrivando al tiro molto meno (11 volte ieri contro le 17 medie di quest’anno e le 16 della stagione scorsa).

Il gioco: meno possesso, più precisione. Il tutto in un contesto di gioco diverso, con almeno 5 punti percentuali in meno di possesso palla a partita, ma con una qualità di palleggio (espressa dalla voce statistica passaggi riusciti) migliorata di un punto percentuale. Ieri in questo fondamentale la Juve ha ricalcato l’andamento di quest’anno. C’è insomma un saldo del 6% nella positività di gioco della squadra che porta ulteriori sicurezze ad un gruppo già plasmato.

La difesa: -10% aggressività, +20% lucidità. Certezze e tranquillità che si riflettono sulla fase difensiva: scendono infatti falli e tackle (due score che sommati esprimono l’aggressività di una squadra in fase di non possesso palla) passando da 34,3 a partita (dei quali 15 in media erano falli) agli attuali 31,9. Numeri che ad un occhio poco abituato all’analisi statistica possono dire poco ma che significano sostanzialmente un 10% in meno di aggressività a fronte di intercettazioni (ovvero fondamentali difensivi che sottolineano la capacità di lettura del gioco di una squadra in fase di non possesso grazie ad una sorta di opposizione tattica) che passano da 12,6 a 14,2 a gara per un incremento che sostanzialmente si attesta al 20% dell’anno prima.

C’è una progressione che chiaramente non può essere banalizzata con un plauso ad Allegri ed una rivalutazione del lavoro del suo predecessore. La lettura in questo senso sarebbe assolutamente ingenerosa e comunque sbagliata alle fondamente. Ciò che invece pare più veritiero è dire che non solo Allegri non ha rovinato il giocattolo (molti in estate lo auspicavano senza mezzi termini) ma la sua gestione capace di un vero rinnovamento della continuità sta rappresentando un indubbio valore aggiunto.

Se sei interessato a un approfondimento su Come gioca la Juve di Allegri puoi leggere questo post in cui ho puntualizzato gli aspetti più importanti dell’approccio tattico-strategico del tecnico livornese.

Ti è piaciuto l’articolo? Dimmelo con un più :)
Il like è la linfa del blogging, te ne sono grato :)


Ciro Immobile, i numeri del fallimento: con lui Borussia fa il 57% di punti in meno #bundesliga #championsleague

Ciro Immobile è prossimo al ritorno in Italia (Fiorentina e Napoli lo hanno sondato). La scommessa estiva della Juve che gli ha preferito Morata in prestito ha dato i suoi frutti. Dall’inizio del 2015 con il suo impiego il Borussia Dortmund fa il 57% di punti in meno.

immobile

Questi i numeri di Immobile dall’inizio dell’anno che testimoniano la totale marginalità dell’attaccante nella squadra tedesca.

Borussia Dortmund:
– 21 punti in 12 gare media punti 1,75 6 vittorie, 3 pareggi, 3 sconfitte

Ciro Immobile:
percentuale di impiego: 375′ su un totale di 1.890 minuti = 19,8%
– 6 punti in 6 presenze; media 1 punto (2 intere, 2 sostituito, 2 subentri)  (1 vittoria, 3 pareggi, 2 sconfitte)
– reti 2 (doppietta con la Dinamo Dresda di II Bundes in Coppa di Germania)
– Non considerando i due subentri (in cui ha giocato solo un quarto d’ora) la media punti non cambia.