The Yum Yums al Lio Bar

Ieri sera al Lio Bar tra quattro chiacchiere e una birretta sulle rotaie si sono inseriti anche i Blink 182 norvegesi, The Yum Yums. Energia pura per gli amanti del pop punk, del divertimento live, della cioccolata bianca. Astenersi perditempo e cavialisti musicali... PS: il cavialista musicale è colui che deve forzatamente trovare tecnica e ricercatezza in ogni cosa che ascolta (perdendosi forse gran parte del bello della musica...) "puoi anche vivere una vita a mangiare salmone e caviale, ma arriverà un momento in cui sarà irrefrenabile la voglia di pane e salame (e ti sfido ad averlo buono e stagionato... il salame)" (g.a.)

Brixia by night: Marracash vs Damo Suzuki Network

Bella sfida questa notte tra Marracash (al Lattepiù) e Damo Suzuki Network con Manuel Agnelli degli Afterhours (al Vinile). Chi vincerà la sfida? La cosa curiosa è che Brescia è una città strana in cui il pubblico dei due live riesce addirittura a coincidere, nonostante le enormi distanze. Intanto non posso non segnalare la programmazione di grande qualità (almeno in my humble opinion..) che sta offrendo quest'inverno il Lio Bar. Un bravo a Marco Obertini e due link qui sotto per ricordare le ultime due serate... quella di martedì con i 59ers. Definiti nella presentazione energico trio psychobilly marchigiano, hanno dato energia al Lio Bar con un misto di cover e pezzi propri e qualche graditissimo (da me) tributo ai Clash, come London Calling ed una versione suggestiva di I fought the law. e quella di ieri sera... con l'hardcore punk cinematografico di Bologna Violenta. In organico a Baustelle prima e Teatro degli Orrori poi Nicola Manzan alias Bologna Violenta, violinista atipico, rappresenta un fenomeno unico nel panorama musicale nazionale. Il suo è uno splatter show infarcito di Hardcore punk, campioni cinematografici e loop elettronici. molto teatrale, aggiungo io, estremamente suggestivo, una sorta di nuovo realismo industrial-musicale

Vuvuzela mania

Finora i mondiali del Sudafrica non mi stanno appassionando più di tanto. La prima partita l'ho vista in aeroporto con gufi di ogni sesso, razza e relilgione alle spalle che tifavano contro gli azzurri. Finora ciò che veramente merita dei mondiali è la Vuvuzela. A cui è dedicata Vuvuzela.fm la radio che trasmette 24 ore su 24 il suono inconfondibile del malinconico e variopinto strumento musicale. E non poteva mancare il fan club su Facebook.

Go To Bernabeu (Room 77, Andreas Goerlitz)

Ecco qui la canzone che ha scritto Andreas Goerliltz (chi cazzo è? vi chiederete voi... chiedetelo a Uichi, che tutto sa!). Io in sintesi vi dico che è un giocatore del Bayerno di Monaco che a tempo perso suona con il suo gruppo, i Room 77 (o viceversa, questo non lo si è capito). Per ora il suo score in carriera recita (troppo bello "il suo score recita") Bundesliga: 104 Spiele / 1 Tor Champions League: 4 Spiele Ascoltatela... e soprattutto GO! GO! GO TO BERNABEUUUUUUUUUUUUUUUUU (per quelli che la vedranno a casa mia: ho ettolitri di birra in fresca :) )